Creativity Inside

Il metodo creativo

Le logiche euristiche (2)

Posted on | marzo 16, 2012 | No Comments

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La logica combinatoria

È una logica che permette di creare combinando, di costruire assemblaggi originali partendo
da elementi pre-esistenti, di creare matrici di scoperta.
La combinazione con modalità differenti di elementi pre-esistenti, porta a costruire nuove ipotesi come se si trattasse di un immenso meccano. Ecco come costruire una matrice:
Si tratta di scomporre l’oggetto, il prodotto, il problema nelle sue parti strutturali, quindi in
elementi e in funzioni e poi di ricombinarli in modo sistematico per creare nuove alternative.
Ci si avvale quindi della costruzione di matrici attraverso le quali ricombinare o modificare
le caratteristiche dalle parti componenti il problema.

Un esempio illustre di matrice di scoperta è la tavola degli elementi chimici di Mendeleev elaborata nel 1869. Lo studioso ha raggruppato gli elementi conosciuti secondo il peso specifico e le loro valenze, lasciando nella matrice degli spazi liberi per quegli elementi non ancora conosciuti all’epoca. Negli anni successivi la tavola fu arricchita da nuove scoperte che già la sua struttura aveva permesso di prevedere.
Il Tetrapak del latte, per esempio, è stato individuato combinando le variabili che compongono i tre elementi fondamentali del problema contenitore: forma, materia, contenuto.

Alcuni esempi:
• La matrice degli elementi chimici di Mendeleev
• La matrice di Le Corbusier fa incrociare:
- le funzioni dell’habitat ( abitare, lavorare, coltivare il corpo e lo spirito, circolare,
distrarsi)
- con il contesto : geografia, demografia, storia, dati umani…..

La logica onirica

L’obiettivo è di far emergere informazioni legate al materiale inconscio presente in ciascuno. Il ricchissimo archivio di informazioni dell’inconscio è più facilmente aperto da quelle metodologie e situazioni che tendono ad abbassare le difese psicologiche individuali come ad esempio il sogno da sveglio guidato di Robert Desoille.

Il percorso onirico, basato sul sogno, è lo sfruttamento dei processi inconsci, la loro introduzione volontaria nel processo creativo. Sfrutta il sogno ad occhi aperti, la veglia vigile, la visualizzazione.

Alcuni esempi :

- l’identificazione, (approfondimento in un prossimo articolo)
- la visualizzazione creativa,
- il sogno guidato (R.E.D.) di Robert Desoille.


Be Sociable, Share!

Comments

Leave a Reply