Creativity Inside

Il metodo creativo

La scoperta: la creatività è una capacità naturale, innata in tutti

Posted on | febbraio 21, 2012 | No Comments

paint the world

Anche se dimenticata e repressa la capacità di essere creativi può essere liberata e sviluppata a qualsiasi età, se la persona lo vuole. Ricerche americane hanno dimostrato che la capacità di creare è universale a livello potenziale. Ed è solo negli anni ‘60 che la creatività è stata accettata ed è uscita dal purgatorio in cui il brainstorming l’aveva relegata. Da allora le tecniche si sono sempre più raffinate e in Europa sono state applicate a campi sempre più aperti”.

 

La creatività è anche un metodo pratico che si può apprendere e applicare da soli e in gruppo.

Il metodo PAPSA messo a punto da Hubert Jaoui s’ispira al percorso universale dell’invenzione scoperto da Hadamard e confermato da tutte le ricerche successive. Comporta tre grandi momenti:

-          la preparazione in cui sono previste le tappe della Percezione e dell’Analisi creative,

-          l’invenzione che corrisponde alla tappa della Produzione delle idee e infine

-          la realizzazione , ossia le tappe della Selezione e dell’Applicazione delle idee.

Oltre agli aspetti tecnici del metodo l’Associazione culturale Createca ha approfondito nel corso degli anni il terzo fattore della creatività (considerato essenziale anche se trascurato dagli americani perché fa parte del loro capitale socio- culturale) emerso negli anni di pratica del metodo stesso, che è l’energia.  E la motivazione è la più grande fabbrica di energia di un individuo.

Ma come possiamo definire la parola motivazione?

Questa parola designa l’energia psicologica che un individuo impiega per raggiungere un obiettivo ed eseguire un’attività …  non è altro che la volontà di agire.

La motivazione funziona come un motore per l’individuo, è un “generatore” che si ricarica spontaneamente. Quanto più elevata è l’energia che utilizza, tanto maggiore è la probabilità di successo e la qualità di ciò che fa.

E’ nei fattori di soddisfazione che bisogna ricercare questo generatore. E’ evidente, quindi, che l’uso transitivo della parola motivare qualcuno può essere fuorviante. In realtà non si può motivare nessuno …

Be Sociable, Share!

Comments

Leave a Reply