Creativity Inside

Il metodo creativo

La prima tappa del metodo creativo – LA PREPARAZIONE

Posted on | giugno 10, 2013 | 7 Comments

 

1. L’impregnazione

 La parola è, di per sé, metaforica: si tratta di accumulare attivamente e passivamente tanti elementi potenzialmente utili per il nostro scopo. In realtà il creativo ha sempre le antenne -  i ‘ captors ’ –  attive e coglie tutto quello che gli passa accanto. Si tratta di lasciare la mente divagare e di annotare su di un taccuino tutti gli elementi che attraversano l’orizzonte, anche se al momento non sembrano rilevanti.

La parte attiva si fa, più classicamente, andando a cercare informazioni interessanti da varie fonti: biblioteche, internet, convegni, dibattiti, interviste di persone più o meno esperte sul tema.

Insistiamo di nuovo sul fatto che siamo ancora in fase divergente, dunque è importante non filtrare, autorizzarsi ad accettare ‘di tutto e di più ’. Quindi questa prima tappa consiste nell’impregnarsi al massimo degli elementi relativi al tema  da trattare, nel raccogliere più dati possibili di natura molto diversa. Abbiamo visto nell’introduzione che una buona tecnica per prendere note è quella della mappa mentale.

 

2. L’analisi

 Questa tappa di metabolizzazione e riorganizzazione dei dati accumulati precedentemente, è suddivisa  in due tempi. In un primo tempo dovrete riformulare più volte il problema o l’obiettivo stabilito. Per questo sarà possibile utilizzare due tecniche. La prima consiste nello scrivere frasi che iniziano con: “in quali modi potrei?” La seconda nel completare la frase: “il mio obiettivo sarebbe parzialmente o totalmente raggiunto se…”. La seconda fase consiste nel rileggere con calma le  riformulazioni prodotte nel primo tempo e poi scegliere quella che descrive l’obiettivo nel modo più originale e più preciso possibile. È possibile combinare più riformulazioni per farne una sintesi.

 

Be Sociable, Share!

Comments

7 Responses to “La prima tappa del metodo creativo – LA PREPARAZIONE”

  1. Erin Kay
    giugno 11th, 2013 @ 08:58

    Hi, thanks for sharing. I’m wondering if it’s OK to copy some of the text in my site?

  2. giulia
    giugno 22nd, 2013 @ 23:40

    bel servizio, da provare, complimenti per il blog ;) Continuo a seguirvi, aspetto con ansia nuovi aggiornamenti!!

  3. freelance designer
    giugno 23rd, 2013 @ 02:35

    Articolo molto interessante… questi di sicuro non sono i soliti consigli triti e ritriti… grazie per lo spunto.

  4. claudia
    giugno 23rd, 2013 @ 20:37

    Articolo interessante e colgo l’occasione per complimentarmi per questo sito! veramente ben fatto e con tanti articoli utili!

  5. chronic renal failure
    dicembre 14th, 2013 @ 21:02

    Avete davvero un blog ben fatto! Sareste disponibili per uno scambio di post? intendo guest blogging… ho un blog che tratta di argomenti simili, vi ho inviato una mail per scambiarci i dati. Grazie ancora!

  6. monica
    dicembre 19th, 2013 @ 04:16

    Articolo interessante e colgo l’occasione per complimentarmi per questo sito! veramente ben fatto e con tanti articoli utili!

  7. matthew
    dicembre 21st, 2013 @ 15:16

    Blog fatto davvero bene. Se posso permettermi di dare un piccolo consiglio, cercherei di implementare meglio la funzionalità dei feed RSS, dato che per quanto mi riguarda sono una consistente fonte di traffico. Ancora complimenti per il sito.

Leave a Reply